27 aprile, 2014

105 anni e li dimostra in saggezza e buon umore

  farmacista -scrittore- scienziato Romolo MAZZUCCO il 27 aprile 2014 compie  105 anni 

105 anni contornato dall' affetto dei figli e da una tavola imbandita con torte tradizionali e d' autore. Accanto alla classico dolce, anche la torta della Cake designer Silvia Scuffi Abati dello studio d' architettura Gaut: una barriera corallina
in zucchero dai 105 colori sfavillanti come gli anni di Rodolfo. La designer  presente anche  alla Mostra dell' artigianato in qualità di direttrice artistica per una Mostra intitolata "dolci arti squisiti mestieri...il piacere in un boccone"

 Romolo Mazzucco è serena"mente" , è proprio il caso di dire, giunto a 105 anni!

Nato il 27 aprile 1909 da madre bolognese e padre di Vicenza a S Bartolomeo in Galdo (Benevento) esercita la professione di farmacista con tale passione da fondare l’«Accademia di storia della farmacia», rivista ancor oggi pubblicata;
 tra le sue preferenze il rosso pacato dello stemma dei farmacisti, non ama i fiori recisi e gli piacciono i tortellini in brodo che la mamma, da brava bolognese, preparava a mano e per questo compleanno  ha chiesto una torta al cioccolato!!!
( Il cioccolato cibo dei Dei- energetico-).
 Nel 1938 sposa  una donna di Pistoia e da allora ad oggi vive a Firenze città a cui ha dedicato itinerari, studi alcuni dei quali pubblicati anche su Toscana Oggi,  suoi libri sono al Museo della Scienza: ha 5 figli



Leonardo, Laura, Lucia, Lorenzo e, l’ultimo nato, Luciano che con il loro amore e dedizione tutti molto hanno e contribuiscono al  serena"mente" vivere di Romolo il quale non si  è mai dimenticato di cogliere gli amici di sorpresa il 1° aprile, i suoi
 "pesci di aprile " infatti fanno storia di ilarità e buonumore. Carmelina Rotundo
 
 
     Correva il fatidico anno 1909
     Regnava  Vittorio Emanuele III di Savoia  e 
    Presidente del Consiglio  Giovanni Giolitti 
  In vaticano sul soglio pontificio sedeva Papa Pio X- Giuseppe Melchiorre Sarto
  Veniva assegnato il premio Nobel per la Fisica a G. Marconi
  Iniziava il primo giro ciclistico d’Italia  (13 maggio) vince Luigi Ganna
  La Cina  ha occupato il Tibet
  L’americano Robert Edwin Peary sostiene di aver  raggiunto il polo Nord
  Viene costruita la prima motocicletta GILERA
  In Palestina i coloni Ebraici fondano TELAVIV
  Nasceva l’inno di commiato dei giovani universitari “GIOVINEZZA”
  Il Senato del Regno riferiva  i disastri del terremoto a Messina del 28 dicembre1908
  Nasceva Rita Levi Montalcini  22 aprile
  Ricorreva il centenario della nascita del poeta Giuseppe Giusti 12 maggio 1809
  Nasceva il giornalista Indro Montanelli
  Con grande scandalo e preoccupazione veniva effettuata la prima trasfusione di sangue.
  Il Corriere della Sera da la notizia che Wright effettua dei voli addestrando Calderara il 27 Aprile

Ma 150 anni prima nell'aprile 1859, nell'imminenza della Seconda guerra di indipendenza italiana contro l'Austria, Leopoldo II proclamò la neutralità ma ormai il governo granducale aveva i giorni contati: in Firenze la popolazione rumoreggiava e le truppe davano segni di insubordinazione. Il 27 aprile, verso le quattro, davanti ad una grande folla tumultuante per le strade di Firenze e all'aperta rivolta dell'esercito, Leopoldo II partì in carrozza da Palazzo Pitti, uscendo per la porta di Boboli, verso la strada di Bologna. Aveva appena rifiutato di abdicare a favore del figlio Ferdinando. La pacifica rassegnazione al corso della storia (il Granduca non pensò mai ad una soluzione di forza) e le modalità del commiato, con gli effetti personali caricati in poche carrozze e le attestazioni di simpatia al personale di corte, fecero sì che negli ultimi momenti di permanenza in Toscana gli ormai ex sudditi riacquistassero l'antica stima per Leopoldo: la famiglia granducale fu salutata dai fiorentini, levantisi il cappello al passaggio, con il grido "Addio babbo Leopoldo!" e accompagnata con tutti i riguardi da una scorta fino alle Filigare, ormai ex dogana con lo Stato Pontificio. Alle sei pomeridiane di quello stesso giorno, il Municipio di Firenze constatò l'assenza di alcuna disposizione lasciata dal sovrano e nominò un governo provvisorio e poi l’annessione della Toscana al Regno d’Italia. Il fatto viene ricordato intitolando la via, che da via degli Arazzieri conduce  a piazza Indipendenza,( era prima Piazza Maria Atonia moglie di Leopoldo ). Qui verranno erette due statue bronzee una a Ubaldino Peruzzi. primo sindaco di Firenze, l’altra a Bettino Ricasoli secondo Presidente del Consiglio del Regno dopo Cavour.
 Oggi domenica 27 aprile 2014  mentre si commemora   Santa Zita  (1218-1278 Lucca )

   Il dott. Romolo Mazzucco, chimico-farmacista celebra  in vita i suoi 105 anni

Infatti il 27 Aprile 1909 (sotto il segno del Toro) a San Bartolomeo in Galdo in provincia di Benevento, là dove il padre veneto,maresciallo dei RR Carabinieri, Redenzio Mazzucco (40 anni) era in servizio, dalla 29enne madre bolognese Luigia Maselli nasceva, primogenito, con capelli ed occhi scuri come la madre.

Recita l'Estratto degli Atti di Nascita N°148 dell'anno 1909 di quel Comune:"alle ore antimeridiane sei e minuti quaranta del dì 27 del corrente mese, nella casa posta in Largo S. Francesco, al numero 13, da Maselli Luigia, gentildonna, sua moglie secolui convivente, è nato un bambino di sesso mascolino che egli mi presenta ed a cui da' i nomi di Romolo, Eduardo, Bartolomeo.
 A quanto sopra e a questo atto sono stati presenti quali testimoni Capuani Michele, fu Giuseppe, di anni 40 possidente e Catalano Antonio fu Francesco di anni 50, guardia, entrambi residenti in questo Comune.  f.to Cassitto Dionisio,  Ufficiale di Stato Civile.”

 In questo stesso fatidico giorno  a Roma vengono canonizzati  ben 2 Papi

                Papa Giovanni XXIII -----Angelo Giuseppe Roncalli e
                Papa Giovanni Paolo II -- Karol Jozef  Wojtyla
Il regalo più grande che chiede è quello di ricevere posta, anche la più semplice.

Nessun commento: