14 giugno, 2014

JACOPO del CASENTINO e la pittura a PRATOVECCHIO-STIA nel secolo di GIOTTO

Una vegetazione prorompente illuminata dal sole:
                                                            boschi di verde ai margini del nastro d' asfalto; cespugli, ginestre di un giallo oro intenso, uliveti  le cui foglie sembran brillare alla luce, piccole preziose,
 papaveri... mi piace questo gareggiar del sole tra verdi  e con i gialli delle ginestre;
 si estende il verde a dar poco spazio al sole che tenta di dipingere luce  tra chiome, intrecci di rami,  sfilate di alberi .... Bibbiena....  foreste casantinesi.... castello di Poppi in tutta la sua maestà:
                                                       il territorio è dipinto!!!

 L' arrivio a PRATOVECCHIO ci introduce in una nuova dimensione di spazi- di tempo!
  Come un abbraccio i portici giocano archi, colonne  a gara con rossi gerani appesi ad ornarli
                       PRATOVECCHIO agli UFFIZI- gli UFFIZI a PRATOVECCHIO?
 Il CASENTINO e FIRENZE:
                                               legami tessuti nel tempo dagli esseri umani in un intreccio fatto di partecipazione e dialogo con la natura, tra le  genti,  artisti  respiranti l ' intorno, palpitanti all' unisono con il paesaggio: gli animi,  il pensiero- il cuore  che alla mano operosa trasmettono capacità di agire per realizzare capolavori che riportano intatti nei colori la bellezza cromatica di questa terra di Toscana in provincia di AREZZO della DIOCESI DI FIESOLE.

  14° tappa della "Città degli UFFIZI"
 un  progetto ideato e portato avanti con grande lungimiranza dal Professor ANTONIO NATALI
( Direttore della Galleria deli UFFIZI) questa mostra DEVOTA, ELEGANTE, PREZIOSA
 che  tende a riportare e contestualizzare opere  presenti sul territorio e  quelle dagli Uffizi e alla galleria dell' ACCADEMIA.
 Un biglietto PRATOVECCHIO agli  UFFIZI- gli UFFIZI a PRATOVECCHIO
 per un viaggio di ritorno andata andata e ritorno che vi stupirà  in un dialogo tra il paesaggio e   tra opere nate  da artisti del territorio, in questo caso del Casentino, dove ricevette  asilo l' esule Dante agli inizi del XIV sec
"  Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza".
 Il  comune di  PRATOVECCHIO-STIA inaugura cosi',  con un evento
 di grande spessore artistico-culturale-sociale, la sua attuale dimensione amministrativa-politica territoriale:  riunendo 14 opere nel teatro degli ANTEI. Un evento che prende vita  dalla mitica figura dell' artista Jacopo di LANDINO contemporaneo di Giotto in cui  si " ritessono" emozioni - effetti cromatici  della storia della devozione .
 Alla visione emotiva-cromatica si agginge lei la divina: la musica di FRANCESCO LANDINI uno tra i più grandi organisti e compositori di musiche del Medioevo  figlio di JACOPO,
 per emozinarsi ancora fino al 19 ottobre 2014  la mostra JACOPO del CASENTINO e la PITTURA a PRATOVECCHIO nel secolo di GIOTTO diviene meta irrinunciabile di un itinerario unico raro ed ancora affascinante di una terra  il CASENTINO che ha molto ancora da dirci in una riscoperta continua di scorci, di delizie enogastronomiche di  quel qualcosa che  ci può far sentire sereni  e meravigliarci .. le segrete vie del cuore ........... per una serie di eventi collaterali .
 Catalogo edito da MASCHIETTO EDITORE
www.pratovecchiocittadegliuffizi.it

 Mi piacciono queste forme di nuvole " a genio della lampada di Aladino" compatte  di un bianco lucente su  un cielo blu che si tempera in celeste chiaro più in alto  il territorio è dipinto!!!
Verde. Verde, Verde.
La campagna d'intorno
ch'esplode, sfavilla.
papaveri rossi

fiori bianchi dal cuore oro,
  fiori bianchi dai petali leggermente sfumati di rosa
piccole macchie di campo
spennellate quaggiù
con tocco da mag,.
da Chi fece
le stelle lassù
:  ed è meraviglia di ginestre, di questa stagione giallo oro, a gareggiar con il sole
 Scuola di musica Morello Morelli:
 biblioteca comunale Cristoforo Landino.....
change lives: give the GIFT of EDUCATION to PEOPLE
 A PRATOVECCHIO-STIA Carmelina Rotundo

Nessun commento: