21 luglio, 2014

A VILLA BARDINI duo FILIPPO DEL NOCE EDOARDO PIERI 20 LUGLIO

A dire la verità ero  arrivata due ore prima del concerto: dal
 SETTECENTO ai CONTEMPORANEI DUO  FLAUTO e CHITARRA
Progetti di Musica e Arti figurative
Kunsthistorisches Institut in Florenz
per godermi la passeggiata nel giardino Bardini dove pensavo di   prendere il sole, ma al grigio cielo ed ai goccioloni che cominciavano a scendere la mia risposta è entrare in villa  per rimanere piacevolmente coinvolta nella visita guidata alla mostra antologica dedicata a
          GIOVANNI COLACICCHI (1900-1992 Figure di ritmo e di luce nella Firenze del ’900
( evento organizzato dalla Fondazione Bardini e Peyron)
 Un CAMBIO DI PROGRAMMA che si sarebbe rivelato provvidenziale
 una introduzione alla musica  attraverso  colore e forma .
Beatrice perfetta ci introduce Giovanni attraverso una biografia partecipata dove si riafferma la simbiosi  tra: come si esprime Colacicchi e la sua vita privata: la nascita ad Anagni,  l' amore pe la musica della famiglia, il suo primo matrimonio con una donna che viene dalla Calabria, la Costa dei Gelsomini, tra Locri e Rocella Ionica compare nei suoi dipinti come  San Vito lo Capo, Isole Eolie, Anagni, Firenz, la fine di una storia d' amore  il suo essere positivo, i viaggi Sud Africa, Sodhana Bay, Cape Town,   l' incontro con la seconda donna importante della sua vita che gli darà due figli...  il suo essere capace d' unire fili  da Giotto a  Cézanne a da Masaccio a Gaughen , il suo vivere nel periodo facista, la guerra e le sue lacerazioni .... autoritratti e ritratti  dove   l' artista riesce a far parlare il corpo e  le sguardo scolpendo  nella luce  senza contorni le sue nature morte   ..
...Giungo al concerto con il cuor carico  di luce di bellezza di positività per rimanere piacevolmente intrigata tra volteggi di note che ora dolcissime raggiungono la preghiera, note scintillanti che mi rendono allegra.
 per il loro moto-ritmo andata ritorno rtitorno andata respiranti... respiro di note che salgono  dal profondo per volare in alto per un  sogno ad occhi aperti  alte serene mentre il capolavoro di Colachicchi  "Allegoria della musica e della danza per un cinematografo" del 1948., alle spalle del duo: Filippo Del Noce flauto ed Edoardo Pieri chitarra si anima: colore-forma- danza e musica : la vita è più forte della morte ...suonando il flauto e la chitarra Filippo ed Edoardo ci portano nel  viaggio:
 prepararsi- partire- scoprire silenzio:
  ripartire: osservare pensare per sorridere
  rimago avvinta nel respiro dell' asolto, solo il respiro dell' ascolto!
La mostra è visitabile fino al 19 ottobre. Tutte le informazioni su orari e biglietti al sito www.giovannicolacicchi.com.
 Ad arricchire l'omaggio all'artista, la mostra Flavia Arlotta. Donna e pittrice del Novecento. 26 voci per una biografia, dal 9 maggio all'Accademia delle Arti del Disegno. Dal 24 maggio, I disegni di Giovanni Colacicchi a Casa Siviero, ospitata a Casa Siviero, mentre l'11 settembre sarà la volta di Giovanni Colacicchi dal disegno all'opera. Una lezione di stile, ancora all'Accademia delle Arti del Disegno.
.... per emozionarsi ancora ogni martedì (fino al 5 agosto e dal 26 agosto in poi) con i concerti/aperitivo “Sorsi di musica”.
Nel salone dove si svolge il concerto  fa da sfondo  "Allegoria della musica e della danza per un cinematografo" del 1948.
per i luoghi: Sud Africa, Sodhana Bay, Cape Town, e per l'Italia la Costa dei Gelsomini, tra Locri e Rocella Ionica. Inoltre San Vito lo Capo, Isole Eolie, Anagni, Firenze.
Carmelina Rotundo 

Nessun commento: