09 agosto, 2014

Esplosioni di EMOZIONI d' Estate

                       Quale è la città con il municipo più "dolce" al mondo?
 Ebbene cari lettori la risposta arriverà se avrete la pazienza di seguirmi in queste
                          Esplosioni di Emozioni d' Estate all' Elba!!!
                   Inquadrate nel tempo delle fasi lunari tra la falce e la luna piena
                           scritte  a ritroso nel teatro dei VIGILANTI.
               Ovvero diario in sette note musicali con  una nota rosa in più

Al teatro dei Vigilanti    8 Agosto di mattina
                                             nel silenzio quando tutto è in attesa dello spettacolo!!!
Dalle finestre, che si aprono salendo sui tre ordini dei palchi, scorci d' Elba;
han toni caldi  le tegole di cotto dei tetti "abbronzati" oggi dai più luminosi raggi che il sole potesse avere e tenui color pastello han le facciate delle dimore elbane, case socievoli- simpatiche le une  vicine alle altre, quasi come se avesser paura della solitudine;
 sul mare flotte di barche  a vela bianche, traghetti che, nel moto del pendolo di andata e  ritorno,
collegano la terra ferma all' isola;
 mare, colline con due "montagne" di nuvole bianche leggerissime che aleggiano sulle lor cime in un cielo
 oggi, celeste paradiso!!!

1° Agosto     DO
 Guardia di Finanza caserma Teseo Tesei sul viale Manzoni, poco discosto dal porto dove approdiamo, dopo un confortevolissimo  viaggio su navi Toremar- Moby,  la CASERMA la riconosciamo immediatamente perchè sulla porta centrale sventolano le due bandiere : l' italiana e l' europea.
 Chiapperini che ci accoglie nel migliore dei modi: comprensione e tanta cortesia, la Guardia di finanza tutti si sa è sempre all' altezza!!!
L' alloggio in via delle Conserve, a cui ci conducono Chiapperni ed un collega, è ampio- fresco in posizione ideale in perfetto equilibrio di distanze tra il centro storico della città e la spiaggia le Ghiaie.

Al primo istinto di salire e dar spazio e tempo allo sguardo, per le visioni dall' alto del teatro e degli scorci paesaggistici, segue il desiderio di sedere in platea:
                                                                        Napoleone in veste di Apollo il dio della Musica, dipinto da Vincenzo Antonio Revelli,  la dea fortuna bendata, il gallo ... 
La platea e i palchi intanto si vanno animando di visitatori, non di SPETTATORI, in questa stagione dell' anno.

 2 Agosto RE
 Una passeggiata piacevolissima, la mattina  ci conduce alla spiaggia:
  saliti pochi gradini della grande scala  si giunge di fronte al teatro dei Vigilanti per imboccare via del Carmine, già via Carlo Alberto, dove la storia parla con la lapide che ricorda il soggiorno di Carlo Alberto e due gigantografie:  una di Napoleone l' altra della Paolina.
 L'andamento delle strade  qui è particolare: da scale si diramo a terrazze le varie vie "adorne" di case le une vicine alle altre dalle persiane verde scuro  con tanti vasi e mezzi vasi di terracotta di ogni forma e dimensione: dallo scarpone, alla giara...  che accolgono piante grasse in grande quantità e  gerani, o petunie..  alcune porte,  ai piani strada ( non esistono, eccetto qualche rara eccezione, i garages) semi aperte a lasciare immaginar l' interno, sulla soglia di tanto, in tanto  qualche sedia come panchina  e stendini  strapieni, di questa sagione, di costumi, asciugamani, colorati- fantasiosi;
vistosi i  resti delle mura Medicee,
 PORTA a TERRA dove, come in un tunnel, godi del fresco e puoi  fermarti in preghiera davanti ai due tabernacoli dedicati a Maria:   all' uscita dalla Porta immersione nei libri della fornitissima bancarella,( di li a pochi giorni scoprirò che la lettura è davvero molto favorita ed incoraggiata, stimolata)  poi il fresco banco della frutta e verdura ed un negozio di fronte che porta una insegna con su scritto: COSE BELLE,
 per percorrere corso Fiamme Gialle delimitato da cespuglioni di rosmarino sotto giovani platani e ricavato all' interno del viale Manzoni.

Seduta in platea
nell' immensità del ricordo, dove e quando spazio e tempo coincidono all' infinito la mente ricollega i fili:. dalla Cappella del Carmine fatta costruire nel 1618 dal governatore Orazio di Borbone conte di Sorbello per suo sepolcro che, nel 1715, diverrà la magnifica chiesa del Carmine, a Napoleone che vi incastonò il teatro inaugurato il 24 gennaio 1815....." ritorno" al dipinto ottagonale:  la dea fortuna, seduta sullo scoglio, ha in mano la bandiera elbana: su sfondo bianco  la fascia trasversale rossa su cui Napoleone volle ricamate, in oro, 3 api,  simbolo di operosità, in volo dal basso in alto.

3 Agosto MI

 LA SPIAGGIA LE GHIAIE tra CAPO BIANCO e PUNTA DELLE GHIAIE
                                                       è popolata" da sassi levigati dal moto dell' onde e  nell' acqua cristallina, dove nuotimano, ci fanno compagnia famiglie di pesci, Occhiate soprattutto ( in questa zona infatti è vietata la pesca)   e cosi' proliferano:  Cernie, Paraghi,  Saraghi, Giudole, Zerri, Granchi e non molto discosto passano i tonni .
 I venditori sulla spiaggia han parei colorati e costumi, collanine e bracciali,  vesti colorate- ricamate, traforate per ogni gusto  e taglia.. io mi perdo l' ombrello a girasole!!!
Su questa stessa spiaggia stringeremo belle amicizie con Franco, Tiziana, Maria,  Francesco ... di pomeriggio i giardini le Ghiaie rivelerano la baracchina- sede distaccata della biblioteca, un mettere a disposizone i libri  in spiaggia in modo particolare per i bimbi e le bimbe, per i quali sono anche organizzati laboratori e spettacoli , tra cui quello delle marionette che attrae Cesare ( spero tanto che in futuro l' inizativa si allarghi anche agli adulti ) .
 La festa la sera ai giardini delle Ghiaie ci propone polipo e birra , nutella ed anguria e tanta buona musica: canzoni in spagnolo dall' Argentina, mentre in pista ballano divinamente il tango coppie di ballerini ,
 bravissimissimi !!!

 ALZANDO lo SGUARDO dalla PLATEA    
La cupola in alto del teatro dei Vigilanti è foderata in velluto  dello stesso tono verde acqua di tutti gli arredi : poltrone e tende.

4 Agosto FA

  Centro storico raggiunto questa volta scendendo le scale, dove  spesso  accoccolato sta un gatto nero duomo di Portoferraio in piazza della Repubblica, dedicato alla Natività della Beata Vergine Maria
( scoprirò che il culto della Madonna è qui davvero molto sentito), don Salvatore il parroco è persona molto gentile  e.... ogni sera per tutto il centro  sfilata di bancarelle  con ornamenti di ogni genere e forma,  i venditori artigiani - artisti provengono da ogni parte de mondo: dall' India all' Africa, non mancanoquelli dal sud Italia e gli indigeni,  la musica  ci fa sempre compagnia in questo tempo segnato dalle fasi lunari;  sulla passeggiata lungomare  le notti  sono ancorati yacht principeschi  e ancora venditori ambulanti con occhiali da sole , cestini.... cover... passano  gli uomini del circo di Mosca  e tra i bellissimi negozi  scopriamo
                                              sulla Calata Mazzini lLLibraio che ha per motto :
                                                                      sceltà , professionalità, sorrisi;
                                                                    libraio@elbalink.it
 con laboratori coinvolgenti e spettacoli, una sera addirittura la festa in rosa con spettacolo teatrale, musica e dono di fiori offerti dai vivai Campani...  a me tocca una splendida gerbera rosa!!!!
L' ACQUA DELL' ELBA ci attrae  prima per i suoi arredi che, guarda caso, richiamano  proprio quei colori del teatro dei Vigilanti verde acqua... le vetrine-banchi han sassi bianchi e stelle marine   entrati rimaniamo intrigati dalle proposte di profumi per il corpo e la casa: Acqua dell' Elba Arcipelago, Blu,  Accordi femminili e maschili.......

 Per la cura e la gestione del teatro dei Vigilanti provvedeva l' Accademia dei Fortunati , poi  dei Vigilanti

5 Agosto SOL
Alla mia domanda: "dove è la biblioteca? " questa volta la risposta è accompagnata da uno sguardo da cui traspare tutto l' oroglio elbano .  Il Centro culturale Cesare  de LAUGIER?
 "Si' " rispondo timidamente per non fare la figura dell' ignorante.
 La bella Palazzina,  raggiunta percorrendo via Napoleone, è intitolato al generale eroe di Curatatone e Montanara  di padre francese e madre elbana, restaurata recentemente accoglie la Pinacoteca,  la Foresiana biblioteca comunale e l' archivio storico, ampie sono la sala congressi e cinematografica.
  Toccata e fuga al Centro, dato che la spiaggia mi attende,  anche se il dialogo con  Francesco mi rende consapevole  dell' importanza e vivacità del Centro con la sezione dedicata ai laboratori per i bambini: Francesco che mi introduce anche alla storia che risale a Cosimo al 1562 quando nasce come convento di San Salvatore  destinato a sede dell' Ordine dei cavalieri di Santo Stefano, ordine fondato a Portoferraio l' anno prima. L 'edificio,  in seguito al trasferimento dell' ordine a Pisa fu affidato ai francescani  e, dopo  le soppressioni granducali e l' occupazione francese, venne trasfornato in caserma...per poi divenire Centro culturale.
 Nel piazzale  dell' Arcipelago toscano esiste la FONDAZIONE ISOLA D' ELBA www.fondazioneisoladelba.it
  i cui soci promuovono la vitalità  dell' isola con iniziative culturali commerciali  turistiche in un crescendo di iniziative coinvolgenti dirette a far conoscere e crescere l' isola, noi  conosciamo alcuni  soci impegnatissimi sul Lungomare.

Nella cupola del teatro si apre un rosone da cui era fatto calare il lampadario. Chiuso fino agli anni trenta fu riaperto per ospitare balli e feste fino a divenire cinema . chiuso nel 1952 negli anni '60  fu acquistato dall' amministrazione comunale per iniziarne i restauri. Dell' antica chiesa rimangono  le colonne laterali e l' abside completamente incastonata dietro il palcoscenico.

6  Agosto   LA
 percorrendo le strade di Portoferraio, per la gran parte lastricate a pietra,  mi imbatto nell' insigne Arciconfraternita del SS. Sacramento di Portoferraio; sosto in preghiera nella chiesa di
 Maria Assunta in Cielo ricca di splendide opere e da un volontario saprò che  la storia inizia  grazie al duca Cosimo I  de' Medici con il nome: confraternita del Corpus Domini nel 1551 poi confraternia del SS. SACRAMENTO nel 1792.

   I restauri, conclusosi nel 1997, hanno restituito nuova vita al teatro  con una serie fortunata di   edizioni di spettacoli   tra cui il prestigioso festival internazionale
                              "ELBA, ISOLA MUSICALE d' EUROPA"

7 Agosto  SI
Portoferraio le minere- ferro  Napoleone, bombardamenti che radono al suolo intere zone dell' Elba, sterminano famiglie.....  ma qui si cerca di reagire di ribaltare le sorti  e la storia  si stempera in case dipinte pastello le une vicine alle altre a farsi compagnia: con  le risposte degli elbani :" qui si vive bene" i sentieri della mia anima si aprono alla felicità  quella leggera che, senza peso, invade l' anima ...dovevo percorre quei sentieri con Cesare, lui assurdamente, ossessivamente travolto in un ecesso di frasi dove l' essenzialità dei contenuti era sempre scandita da parole negatine: no, non...  grande è il rispetto per Napoleone l' imperatore-ospite e il destino vuole che sia in atto le celebrazioni per il Bicentenario dell' arrivo di Napoleone 1814-2014 ( l'imperatore vi soggiorno da maggio 1814  a febbraio 1815)....
dagli elbani ogni giorno odo una frase di elogio:
" ha fatto molto del bene" " ha ristrutturato l' unico dei 4 mulini rimasti creando la sua dimora, attuale museo"
"ha provvedto a  dotare la città di  fognature, "
"ha voluto  il teatro e ideato  la bandiera  con le tre api ricamate in oro"
Tutto si andava stemperando in questa isola dell' arcipelago toscano in cui la lettura il libro veniva promosso in ogni momento e  luogo e.... persin  la necessità .diritto-dovere dell' andare per gli uffici del Comune in questa città di Portoferraio si stempera perchè
                      il Municipio risiede nientemeno che nel palazzo della BISCOTTERIA !!!

 Su Corso Italia nel partire  la sosta all' ACQUA dell' ELBA dove lavora Marianna la figlia di Maria per regalare a Cesare,  il magico profumo nato per il bicentenario: Napoleone!!!
 Cesare e  Napoleone pensavo: due  imperatori vissuti in ere diverse uniti in questo profumo  creato nel laboratorio di Marciana Marina da Chiara, Fabio e Marco ......" il destino in una mattina di maggio li  aveva portati davanti allo scoglio della Paolina dove fu ritrovata, nella stiva di un veliero del II sec, una raffinata statuetta in avorio: il tappo che sigillava una  ESSENZA PREZIOSA..!!!"  Un luogo- un tempo che segnerà un destino profumato... essenze dell' isola: mare e terra, fiori ed erbe.......... per emozioni !!!.. e andando via un bellissimo gatto bianco, questa volta, sembra dirci ritornate, ci son tante cose da scoprir ancor...

 Piombino marittima
                                    senza biglietteria: un foglio avverte che dal 1- 2 -2014 il servizio è chiuso; bussolotto metallico funziona- non funziona, non dà il biglietto, tanto per cambiare  solo doveri niente diritti,  il dovere di pagare le tasse, il biglietto!
 Il  diritto di sala di attesa? C'è  uno squallido spazio  quasi buio, una brutta panchina... salgo al binario: uno solo.... mi ritorna in mente la scuola marescialli tolta dall' isola d' Elba per ricostruirla ex novo a Bari;  i soldi non ci sono ? Non voglio più sentirlo dire !!!!
Piombino marittina biglietto di presentazione per tanti turisti da tutto il mondo  senza biglietteria, squallida stazione ........... per fortuna il personale delle ferrovie è gentile viene incontro. si preoccupa anche perchè metà treno è senza l' aria condizionata e sembra di viaggiare in forni ... per   eccessi di risparmio si sta negando ai  giovani  il diritto al lavoro, non ci sono i soldi ?.. Non c'è lavoro ...mio DIO quell' eccesso di frasi negative stava esplodendo nella mia mente  .. mi viene istintivo spruzzarmi sui polsi  Acqua dell' Elba Arcipelago Toscano per ritornare in quella caledoiscopica Esplosione di Emozioni sull' Elba in- con lo sguardo in un cielo celeste- paradiso nuotando in acque cristaline popolate di pesci  su terre ricche di piante: Ginepro fenicio, ginepro coccolone, ginestrina della scogliera, malvone,  limone delle coste rocciose,  camomilla di mare, trifoglio di mare, erba dei frati, papavero della sabbia, fiordaliso delle sabbie, violacciocca di mare, viola di mare, limone delle coste rocciose, carota di mare, nappola, orchidea acquatica, iris giallo di padule, stelle marine..... adoro passare pe via
dell 'Amore e via dell' Oro,  mangiare il pesce fresco  che Cesare, ogni mattina, va a prendere dai pescatori  e risentir di Napoleone, di Paolina, di Cosimo che Cosmopoli  chiamò questa città..  ritornar nell' onda Positiva dell' isola d' ELBA leggendo " LO SCOGLIO" quadrimestrale dove ogni cosa si puo' saper  di ieri, di oggi e di domani dell' ELBA "aurea d' isole" terre circondate interamente dal mare!!!!!
La gerbera rosa è sempre con me alleggerisce -abbellisce la valigia: 
                                                                             a Firenze  la porterò per una nota  rosa in più!  

         Bellissimo il tuo diario di viaggio: mi è venuta voglia di partire, destinazione isola d'Elba, ovviamente!
         E per accrescere la mia cultura sui fiori, ora ho imparato che esiste anche il papavero della sabbia.
         Mitica Carmelina, continuerò a leggerti; per il momento.......... Buona Estate, per quel che ne rimane,
         ma non dimentichiamo che settembre al mare è spesso un mese bellissimo!!!!!!! 
                                 Tinde

Nessun commento: