21 agosto, 2015

GIANCARLO BIANCHI


  40 anni di
attività letteraria e  tutti li dimostra per originalità e profondità, per
quel qualcosa che fa di GIANCARLO BIANCHI uno scrittore
( e non solo) di grande spessore nel panorama culturale sociale
contemporaneo.   A Firenze in Adolfo Oxilia Giancarlo trova una guida  un
maestro validissimo, quell’ Oxilia  che insieme a Papini dava luce a
L’ ULTIMA, rivista di poesia e metasofia con abbonati in tutti i continenti.

Giancarlo "vola " PER IL
TEMPO E NELLO SPAZIO ;  alla ricerca dell’ infinito e lo trova in
Tagore, Omar Khayyàm e le sue quartine dette rubaiyyàt,  in Ungaretti,  in Luzi,  nella poesia di Dino
Campana e di quella del Santo Francesco .....  sorgenti a cui attingere per
elaborare un suo unico- original-e profondo modo di scrivere in cui ha
spazio il Creato tutto e le sue Creature.  Quel LIBRO IMMENSO  che è la
NATURA, l’ ANIMO UMANO COSI RICCO DI SFACCETTATURE, Bianchi lo guarda ,
lo sente lo vive in una osmosi ispirativa, ogni volta unica e profonda!
Giancarlo è segretario dell’ ASSOCIAZIONE PIANETA POESIA che ha per
presidente e fondatore il  MITICO FRANCO MANESCALCHI. Giancarlo è SOCIO della  Società
delle Belle ARTI Circolo degli ARTISTI  CASA DI DANTE; collabora alla
RIVISTA PEGASO  FONDATA dall’ indimenticabile Mario Mazzoni  ed accanto
alle passioni letterarie ecco un Giancarlo sportivo dinamico,  fa parte del consiglio direttivo
  dell’ ASSOCIAZIONE città CICLABILE........ sul sito pianeta
POESIA cura per scaffale .schede una rubrica letteraria fuori sacco e
recensioni  "... si potrebbe arrivare a credere che la cosa che più importa
alla poesia e all’ arte in genere,. scrive Giancarlo nel
volume  di 280 pagine                                                    "

ALL’ A NCORA DEL TEMPO"del marzo 2014- è una sorta di energia,  qualcosa più o
meno simile all’ elettricità o alla radioattività, una forza che
trasfonde, salda ed unifica....." Conoscere lo scrittore Giancarlo significa
" arricchirsi dentro "  nel leggere dalla sua prima  poesia  dedicata ai
nonni paterni Guido e Clementina IN UN LUOGO MAGICO quel MONTEMIGNAIO
composto di monti;  testimone GIANCARLO di quel qualcosa di invisibile eppur
tanto importante,  perchè anelli di una catena giammai disgiunta
infinitesimamente piccoli eppur parte di una immensità. Nel 2014  viene
conferito a Giancarlo uno dei premi mondiali più pretigiosi il FIORINO
d’ ARGENTO al premio Firenze  per l ENCICLOPEDICA RACCOLTA DI UNA SELEZIONE DI POESIE iniziata
40 anni fa  in un intreccio culturale sociale sportivo ancora in piena
evoluzione perchè da bravissimo ciclista Giancarlo di strada  ne vuole fare
ancora tanta sempre con passione e dedizione tantè che in occasione dei
Campionati mondiali di ciclismo su strada, ( 22-29 SETTEMBRE 2013)  è stata
curata da Giancarlo con l’ inseparabile Franco Manescalchi  ;
l’
antologia POETI IN BICI ( anche questa edita da Polistampa ).

Carmelina Rotundo  

 

Nessun commento: