30 giugno, 2016

NOTTE DI LUCE CON MARIA CRISTINA OGIER


Una mezza luna che si diverte a nascondersi tra nuvole ora bianche ora grigie; nuvoloni pesanti neri carichi di pioggia in “attesa” lasciano che anche questa

                    notte di luce con MARIA CRISTINA OGIER

 si svolga in serenità sotto le stelle, mentre il paesaggio mozzafiato di Firenze si sta per consegnare al blu del cielo della  notte quando  le luci elettriche si van accendendo .

  Partecipata la processione alla tomba di MARIA CRISTINA OGIER  sotto la mezza luna con flambeaux ;
   la vita - la morte, la morte - la vita, Il percorso della vita terrena in attesa del passaggio all’ eternità.

Preghiere e canti intonati da padre Bernardo, toccante la testimonianza di una devota di Maria Cristina, letta da Nikla Balestra,  commozione e un brivido

 in quest’ aria profumata come la rosa bianca che la giovanissima Anna depone  sulla tomba della Serva di DIO.  

Sulle sedie davanti alla magnifica splendida  facciata della chiesa di  San Miniato al Monte ci sediamo gli uni accanto agli altri felici di scambiarci le esperienze di un anno  gli Amici di MARIA CRISTINA: le suore, gli ospiti accolti nelle due case famiglia…

  .. ed è meraviglia  a inondare gli occhi ed il cuore, la meraviglia a deliziare le nostre orecchie di suoni note e canzoni inedite, tutte che si ispirano alla favola

del PICCOLO PRINCIPE ,   disegni colorati ad acquerello proiettati, la danza  in un succedersi di bellezza  di armonia che porta gioia nei nostri  cuori….  noi piccoli piccolissimi eppur parte di una immensità coinvolti in questa NOTTE DI LUCE  incantati ad ascoltar a guardare  la meraviglia che sta mettendo in scena  SYNTHESIS,  un gruppo fantastico capace di armonizzare:  note, parole in canzoni che son poesia, danza e disegni in una scenografia fatta di rose e un piccolo aereo realizzata per l’ occasione da una scuola di Castellina.

 Gli ospiti della case famiglia quella femminile quella maschile che MARIA CRISTINA OGIER ha voluto  che nascessero per dare sollievo alla vita di chi  ha qualcosa di diverso presenti,  han sorrisi  e cosi’ le suore che tanto amore han riversato nella scuola  educando generazioni di futuri cittadini del mondo.

   PERMANENTEMENTE TRANSITORI eppur diretti verso l’ eternità  verso quel percorso della luce che tutti ci attende.

  l’ essenziale è invisibile ai nostri occhi , l’ amore non aspetta domani:  è adesso tra noi uniti nella forza, nel coraggio, nell’ esempio di vita  di una fanciulla che ha fatto della sua vita un canto di lode al SIGNORE.

 Mirabili cose ha compiuto l’ ALTISSIMO IN Maria Cristina  e mi viene spontaneo alzar gli occhi al cielo a guardar le stelle nel tempo della preghiera..

  …..  e a spronar  i nostri conversari  il banchetto “divino”  copioso di ogni ben di Dio servito con grande gentilezza,

  dove  abbiam  brindato con un vino davvero particolare  creato per  questa NOTTE DI LUCE 2016  dalla cantina  Castelli del GREVE  PESA che ha voluto cosi omaggiare  la serata .

 La vita un dono meraviglioso,  troppo prezioso  per RICONOSCERE  a qualcuno potente o protetto la possibilità di  calpestarne la dignità, anche MARIA CRISTINA  con il suo  agire lo ha testimoniato  dando tutta se’ stessa con amore, per amore ….  la  prova più difficile da superare era l'ultima:  Anubis portava il morto da Osiride  il cuore del morto doveva pesare come una piuma  un cuore leggero quindi che solo l’ amore pio’ rendere tale.

.

 Cantate al Signore un cantico nuovo, perché ha compiuto cose meravigliose (Sal 97,1)…..  e nella  NOTTE DI LUCE EDIZIONE 2016  l’ abbraccio,  che le ballerine di SYNTHESIS,  ci hanno voluto donare in un gran finale per un   messaggio di

 amicizia – accoglienza-speranza  ci ha lasciato “leggeri” felici  come solo il cuore  nel segreto  sa.

 Carmelina Rotundo

 

Nessun commento: