15 gennaio, 2017

per carmelina da GIANCARLO BIANCHI

in un libro che Carmelina
mi donò c'è una dedica:
        "Giancarlo sei una persona importante
nella mia vita "
 il libro è il Magnificat di Giuseppe Virgadamo,
del quale Carmelina è anche biografa.
Quel volume poderoso di ben 220 pagine, riporta lo stralcio di una poesia di Pablo Neruda "la nascita non è mai
 cosi sicura come la morte
  e questa è la ragione,
  per cui " nascere non basta"
 E' per rinascere che siamo nati. Tale affermazione mi rimanda a quanto detto da  ADOLFO OXILIA nel "Cantico di Frate Sole:
  "ma attenti la morte non è una, ma due:" Il mistero avvolge come per incanto tutta la nostra vana ricerca per riconsegnarla ancora al "mistero "Ed è anche un  mistero
la mia amicizia con Carmelina!
Mi accorsi subito che lei era dotata di una marcia in più,
Carmelina ha il dono dell' ingenuità di cui gli azzurri suoi occhi ne sono specchio, del saper raccontare e ancora credere alla favole, di aver una fiducia sconfinata


nell' essere umano in quanto nobile
e una fede che niente riesce a scalfire.
  Carmelina insegnate elementare, tutor alla facoltà di Scienze della Formazione primaria Università degli stidi di Firenze, (le piace dire che ha fatto il mestiere più bello del mondo dando e ricevendo amore coraggio  capacità di aprirsi al dialogo sempre in vista di valorizzare l' individuo ) ) direttrice di riviste come:
ART ART -AGHI DI PINO- ,Accademia
periodico di Arte-Cultura-Scienza
  collaboratice di TOSCANA OGGI, de la SCIA periodico  che porta avanti la beatificazione di MARIA CRISTINA OGIER , di wwwlemeridie.it  giornale fondato e diretto da Bruno Galante;
 sostenitrice de la Fondazione il Fiore,
con cui ha collaborato con ALBERTO CARAMELLA, poi con MARIA GIUSEPPINA CARAMELLA, Fondazione  al fianco di Carmelina
non solo nella realizzazzione di attività culturali, ma anche in e per tutto il percorso che vede Cesare e Carmelina coinvolti in una sequela di ingiustizie;  amante dei libri  Carmelina ha trovato nella  frequentazione delle biblioteche Fioretta Mazzei,
CaNovaisolotto,  di spiritualità Arrigo Levasti,  del Gabinetto G.P. Vieusseux, luoghi ideali di studio e di raccoglimento contribundo,  con la donazione molti
volumi sia scritti da lei stessa che di altri autori al potenziamento della  bibioteche stesse.
 Poetessa-scrittrice -giornalista l' amicizia con  Carmelina
non conosce soste ho  infatti realizzato  con lei  anche due libri  dal titolo:
"il dono dell' amicizia  per DUCCIA CAMICIOTTI  e "
DA FIRENZE ALLE STELLE PER VANNA BONTA.
In una Firenze frammentata e divisa, da sempre  in piccoli provinciali, orticelli Carmelina
è stata per me  sempre un approdo amichevole sicuro ...mi dilungo ancora un po' citando alcuni versi  da una poesia che scrissi per lei nel giardino
di palazzo Medici Riccardi
  nel 2006
" ti ho incontrata


 nel giardino al centro del mondo,
 riflesso dell' anima immortale, 
Carmelina amica
di sempre
 nei sentieri tortuosi

dell' anima e della luce
grato per il tuo modo unico di far
anima e sua
è la prefazione ad un libro di poesie appena edito di Silvana NOVARIN
Giancarlo Bianchi

Nessun commento: