02 ottobre, 2017

SCONFINAMENTI da CARLO CASSOLA aCARLO IV MONTECARLO


 SCONFINAMENTI 


Da  CARLO CASSOLA  a CARLO IV

La nostra immortalità.

…” nel corpo” si svolge la scena,  ma potemmo uscire ed entrare 
quando e come vorremmo senza essere visti, o addirittura per paradosso avremmo potuto salire sul palcoscenico del Teatro dei Rassicurati a MONTECARLO di LUCCA. Montercarlo una meraviglia di borgo che sembra essersi fermato nel tempo e dove oggi il cielo si accende di luce, o talvolta si incupisce indeciso tra pioggia e sole!   Un palcoscenico magnifico prezioso questo del teatro dei RASSICURATI  da cui  ufficialmente,  venerdì 15 settembre, sono partite, grazie al  Comitato Nazionale, le Celebrazioni del Centenario della nascita di Carlo Cassola (1917-1987)  celebrazioni che si svilupperanno per un triennio sotto la magistrale regia della professoressa  Alba Andreini. CARLO CASSOLA romano  innamorato della TOSCANA  e innamorato di Montecarlo dove deciderà di vivere e dove ancora la sua voce  di scrittore parla tra la gente….  è rimasta qui la vedova presente alla giornata attorniata ed abbracciata dagli abitanti  di MONTECARLO  tutta. Sono state 4 donne: la figlia, la vedova e la nipote con Alba Andreini a  farci da guida  alla mostra  allestita dall’architetto Giuseppe Chigiotti,  mostra dal titolo: SCONFINAMENTI LE TERRE LONTANE di Cassola  che è un viaggio nei tempi e nei luoghi  dello scrittore, un viaggio a specchio dove l’ anima di CASSOLA DIALOGA con l’ intorno che  dipinge  con  parole  su una partitura musicale di silenzi e  di movimento, di paesaggi  dell’ intimo e dell’ intorno visti  talvolta al  ritmo del treno quando ancora non c’ erano i super veloci …. La fortuna de la ragazza di Bube crea uno spartiacque tra prima e dopo,  grazie anche alla interpretazione  di una CLAUDIA CARDINALE  unica! Articoli di giornali, libri,  i viaggi di CASSOLA  materiale visivo e sonoro  che   RAI teche  ha rintracciato  in archivi   di Roma e di Torino  Un CASSOLA” impegnato ed assente”,  fautore del disarmo, scrittore-ecologista.
Dall’ex Chiesa della Misericordia di MONTECARLO dal  15 settembre – al  5 novembre 2017, la mostra si sposterà a  Grosseto città dove CASSOLA ha vissuto, al Polo espositivo culturale Le Clarisse dal  15 gennaio – 5 marzo 2018.La pausa”gustosa” alla PICCOLA  ENOTECA in via ROMA,  dove- quando tra prelibatezze ci intratteniam in conversari scoprendo ..”  a mezzanotte questo locale  si autodistruggerà abbandonate la nave” scritta che simpaticamente compare ad ammonimento di non superare l’ora fatidica PROPRIO come nella favola di CENERENTOLA…
………ricordati che l'incantesimo finirà a mezzanotte e a quell'ora……….I soggetti dei  quadri all’ intorno nell’ ampio bel locale in parte pavimentato in cemento  e in cotto son botti,  tappi… il fiaschetto…. il vino “bono” il bianco e il rosso inimitabile di MONTECARLO   e, salendo sulla terrazza godo, appena dopo la pioggia  della  vallata   di Altopascio- Capannori -Porcari -Lucca… Mi intrattengo con la vedova di CASSOLA  Pola NATALI molto gentile  che mi racconta che la mamma di CASSOLA era cuoca sopraffina tanto che fece una scommessa con il marito  di fargli mangiare  per un anno, ogni giorno un piatto diverso………..  e che Carlo  aveva come piatto preferito il budino dolce  di semolino. Dopo la gustosa pausa alla PICCOLA ENOTECA   il ritorno al TEATRO DEI RASSICURATI dove è proiettato  il documentario inedito, Carlo Cassola, la conquista della semplicità, realizzato da Silvana Palumbieri con i materiali dell’Archivio delle Teche Rai subito seguito dalla tavola rotonda





 Carlo Cassola: IERI ED OGGI UNA STORIA DA OSCAR introduzione di GIAN ARTURO FERRARI, ERNESTO FERRERO CON ANNA BRAVO, MATTEO MARCHESINI, LAURA PARIANI, MASSIMO RAFFAELE mentre le letture sono affidate a MARCO TOLONI il quale si dimosta davvero all’ altezza! L’ interessante coinvolgente giornata di studi   si è  conclusa  con la proezione Sant’ Anna di Stazzema 25 anni fa  film inedito con testi di CARLO CASSOLA  ( RAI 1969) testimonianze, interventi e letture su Carlo  Cassola che aprono nuovi orizzonti

 Enti promotori

•Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

•Comitato nazionale per le celebrazioni del Centenario della nascita di Carlo Cassola

•Comune di Montecarlo

•Comune di Grosseto

•Rai Teche

 Patrocinato e finanziato dal Ministero dei beni e delle attività culturali, su richiesta del Comune di Montecarlo di Lucca – il luogo dove Cassola ha trascorso gli ultimi anni di vita ed è sepolto – e con la partecipazione del Comune di Grosseto, dove Cassola ha vissuto a lungo, il Comitato riunisce molte altre istituzioni dei territori e degli archivi legati alla memoria dello scrittore: la Regione Toscana, la Provincia di Lucca, i Comuni di Cecina e Volterra, la Fondazione Banca del Monte di Lucca, l’Archivio di Stato di Firenze, la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Lucca e Massa Carrara, la Soprintendenza Archivistica della Toscana, l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, le Università di Torino, Genova e Firenze, La Casa delle Traduzioni del Comune di Roma e l’archivio delle Teche RAI, oltre ad alcuni studiosi, tra i quali quali Franco Contorbia, Goffredo Fofi, Simone Neri Serneri, Leone Piccioni. Importanti nel panorama dei festeggiamenti gli atti   A SCUOLA CON Cassola delle giornate 17 marzo  2017 al liceo Pilo Albertelli Roma  a cura della Professoressa Michela Nocita  supervisore  Antonietta Corea  dirigente del liceo,  ATTO dovuto  a CARLO CASSOLA  STUDENTE DEL LICEO  dal  1932 al 1935 Nel viaggio nei nomi di CARLO ritroviam le origini del nome stesso   Montecarlo antico  borgo di Vivinaia,  proprietà dei Duchi della Tuscia, alle pendici del colle che nel 1331  i fiorentini devastarono  tanto che   le autorità lucchesi decisero di rifondare il borgo sulla sommità del Colle del Cerruglio, dove sorgeva la fortezza omonima  e solo nel l1333 il nuovo borgo prese il nome di Montecarlo in onore del futuro imperatore Carlo IV di Lussemburgo, che aveva aiutato Lucca a liberarsi dall'occupazione….

 Un destino  CARLO IV CARLO CASSOLA?
 DI CERTO IL NOME LI ACCUMUNA ed anche la grandezza dI uomini impegnati- grandi, ognuno seguendo le proprie doti e di propri interessi contro le tirannie e le violenze!!

 Carmelina Rotundo  


 DOCUMENTO DEDICHE
SUL CATALOGO: VEDOVA FIGLIA  NIPOTE  

Nessun commento: