03 gennaio, 2018

perchèGIUSEPPE VIRGADAMO mi coinvolge nel MAGNIFICAT


 

MAGNIFICAT
di VIRGADAMO

Un libro viene alla luce,quando deve venire,  ne’ un momento prima, ne’ un istante dopo seguendo un percorso spaziale e temporale ( non so mai se fatale e (o) casuale )che però desidero narrarvi per il                      MAGNIFICAT

Alla salita al cielo dell’amatissima consorte , Maria Raffaella Marangoni, Giuseppe Virgadamo mi invia le poesie a lei dedicate, mi viene spontanea la risposta ..

Le tue parole, Giuseppe, sono testimonianza che l’amore vero non ha bisogno del contatto, dei contorni , è Giuseppe, mi risponde che stava cercando qualcuno che gli scrivesse l’introduzione e che quella persona l’ha trovata …

Continua così il dialogo. Ritornando indietro,nel tempo è che con Giuseppe non ci conosciamo personalmente e che la nostra amicizia risale lontano nel tempo quando Ester Meschini Gandi (pittrice e scrittrice ) divenuta non vedente e assistita da Dina, un vero angelo di bontà, mi chiede di divenire la sua segretaria …divenni così la scrittrice delle lettere che spedivo da un capo all’altro d’Italia e del mondo.

Alla scomparsa terrena di Ester scrissi che il mio incarico era terminato, ma tutti mi dissero che desideravano continuare. Ritornando al MAGNIFICAT . io spedisco a
Giuseppe le fotografie con i miei studenti alla Università e lui mi risponde “ C’è felicità nei vostri occhi Desidero mettere le foto in copertina.” Una copertina che ora che l’ho fra le mani assume un significato, particolare, dalla dipartita terrena alla maturità si “ritorna” alla vitalità della giovinezza. Al posto della mia biografia, chiedo a Giuseppe di inserire i nomi delle persone che ho incontrato ’ nel cammin di nostra vita ‘ perché ritengo che Carmelina di oggi sia così grazie a voi

Mi devo scusare con tutti per non avere chiesto l’autorizzazione all’inserimento, nella mia volontà intendevo fare una sorpresa e un dono allo stesso tempo e faccio comunque oggi le mie scuse.

Delle mie foto che risalgono al 2003 ringrazio Giuseppe per la scelta.

Per i disegni due degli illustratori sono tra i miei grandi amici :Sergio Seletti.,il pittore di Porto Venere che amava dipingere gli azzurri e siccome io amo gli azzurri,  Amalia Ciardi Duprè ,un essere umano straordinario artisticamente ed umanamente .Anche Sergio ed Amalia non si sono mai conosciuti personalmente tra loro e non conoscono Giuseppe, ma nei loro disegni e per come sono stati collocati si rivela una armonia ed una poeticità..

Di una intensità travolgente. Bellissimi trovo anche i disegni di IMPERIA CILETTI.

Nelle pagine del MAGNIFICAT questo splendido intenso canto d’Amore trovano  spazio (per bontà di Giuseppe ) talune mie poesie e delle dediche, una ad Alberto Caramella, alla sua

fondazione IL FIORE- e l’altra a

 Julia Bolton Holloway
creatrice della biblioteca Fioretta

Mazzei.…nel mese della primavera, arriva nella mia dimora questo MAGNIFICAT

che comincia un nuovo percorso, spero anche da te ….


Grazie di cuore  Carmelina  con GIUSEPPE
NON ABBIAMO ALTRE STRADE CHE QUELLE DELL’                   
 AMORE

 NOI CAPACI DI ATTRAVERSAR TEMPESTE PER COSTRUIRE ARCOBALENI

Nessun commento: