30 agosto, 2016

LA PALMA DI ZINCO


Esotica- colorata - bella dentro

                                                  ”sunshine” vive di luce e di fede, una fede  salda come una roccia

                                                      eccola lei Jakline che

 la prima notte, quando nasce nell’ ospedale militare sulla costa dell’ Algeria,   era stata trovata con un                                 pipistrello sulla testa

 Nella pagine del libro:
 la palma di zinco,

( la palma scoprirò essere il suo albero preferito), ripercorre  la sua vita

                                di viaggiatrice nomade molto curiosa

   e quelle  terre lontane da lei descritte diventano vicine…  si “compongono in quadri,” i paesaggi infatti li chiama quadri e come non poteva chiamarli QUADRI , lei  Jakline il cui cognome Nakash significa pittore scultore!

 Ho amato allora   

i floating market….. barchette di venditori  di tutto..

                                                           “ una vera meraviglia guardavo questo quadro colorato incantata  e mi ricordo ancora una specie di fachiro con un serpente della musica tanti sorrisi …”

 e il suo arrivo  a Djibouti “grandioso e magico”…

“ dall’ oblò vidi  una fanfara militare  che faceva il saluto militare insieme all’ orchestra tutti neri come il carbone vestiti  tutti di bianco  caschi bianchi  strumenti che brillavano  come cristalli mentre  stavamo sbarcando sulla passerella .”  il padre, che dirigeva l’ orchestra, aveva fatto suonare una musica  da  lui stesso composta per l’ arrivo di sua moglie  e dei 4 figli.

Un padre militare artista- musicista direttore d’orchestra che,  insieme all’ arte, le  trasmette il suo credo:                        amore e fraternità e,

 come non “vedere”

Jakline scrivere sulla sabbia  la parola libertà  io che, con mio fratello Cesare,

 l’ abbiamo conosciuta al mare, al mare di OSTIA ! La ragazza che vola perché hostess, ma soprattutto perché bella dentro sempre alla ricerca della luce  e del dialogo  ( tra le lingue oltre il francese, l’ inglese, lo spagnolo, il tedesco, l’ italiano….  conosce anche  l’ arabo )

 …..della domenica,  quando il padre organizzava una serata dedicata al cinema, Jakline  ricorda il

“ film del Creato” che la circondava :

sotto un  cielo nerissimo una luna gigantesca e con il sottofondo dell’ ululato  delle iene …..

 film nel film o nella vita il film?

  Lasciarono la Somalia come prima avevano lasciato l’ Algeria ….

 anche qui con le parole Jakline dipinge un quadro

…..Lasciavano Dijibouti  sotto un sole torrido per trovare la neve a Marsiglia ..

 DA MARSIGLIA a SAN RAPHAEL a PONTOISE  dove avevano vissuto   diversi pittori impressionisti e Auvers S/oise dove Van Gogh visse e dipinse….

  ragazza alla pari in Inghilterra  poi il volo, l’ ambasciata canadese facilitava chi desiderava emigrare in Canada    e Jakline  vola verso il CANADA…

 “valigia più pesante di me una chitarra che strimpellavo,  ma era come un amica  che mi portavo dietro per non sentirmi sola, borsa portafoglio e foglio di immigrazione …”.

 Il furto nella  la sua prima giornata in CANADA;

 il lavoro nella compagnia aerea,  il Messico  felice di essere hostess,

la decisione di trasferirsi a Roma

 giro del mondo  per approdare alla fede

 meraviglioso unico artista creatore dell’ universo di noi uomini  di tutte le razze  colori

  invisibile evidente

 l’ incontro l’ amore con  Dario de Blanck…..

 un certo giorno questo personaggio geniale  si è presentato a casa mia  con una sindone che aveva appena dipinto  e ha iniziato a parlarmi di GESU’ CRISTO …..

immensa varietà di colori e di note continua a trasmettere Jakline..

 Chi siamo ?

Da dove veniamo?

 Dove andiamo?

nella fede le risposte….  al racconto della sua vita Jakline affianca nello stesso volume  una serie di disegni di DARIO accompagnati  da poesie in quattro lingue, si’ perché jakline francese ha amato l’ inglese e lo spagnolo e l’ italiano lingua in cui ha scritto-colorato e arricchito di musica

 questo capolavoro: LA PALMA DI ZINCO .

  PREGA MI DISSE CERCA IL BUON DIO CHIEDI IL SUO AIUTO  E SCOPRIRAI UN TESORO MAI VISTO…….

IO  e Cesare l’ avevamo conosciuta al mare “sunshine” e continuava a spargere luce  e speranza questa meravigliosa creatura   bella dentro…. una stella !!!

 Carmelina Rotundo  con Cesare .

Nessun commento: