26 novembre, 2017

compleanni 2017 presentazione di libri e di una piccola mostra
















 Una porta i  due motti:


 NON ABBIAMO ALTRE STRADE CHE QUELLE DELL’ AMORE


 CAPACI DI ATTRAVERSAR TEMPESTE PER COSTRUIRE ARCOBALENI  


Messi insieme da una idea
di GIUSEPPE TOCCHETTI




  UNA MANCIATA DI DIAMANTI TUTTI illuminati di luce propria


a formare insieme una galassia,


  dove -quando dialogo- rispetto - amore  nobiltà d' animo di ognuno  risplende


 qui si sta dando il meglio,


  ognuno si prodiga generosamente,


cosi generosamente da creare
un clima

di positività,



 perchè anelli di una catena giammai disgiunti
possiamo insieme vivere felici e oggi  ai festeggiamenti per   i compleanni di Carmelina
e Cesare ( nati il 24 e il 27 novembre)  si abbinan presentazioni di libri


del fantastico libro  scritto da Vincenzo VILLANI  BIFORCAZIONI magistralmente presentato da
MARIA PATRIZIA CALABRESI ( responsabile della sala bibliografica della biblioteca nazionale di ROMA ) una donna che più conosco e più apprezzo


  siam diamanti che brilliam di luce e calore


 piccoli piccolissimi eppur parte dii una immensità che è amore


 permanentemente transitori eppur diretti verso l' eternità!!!


 A far foto e video  PINO MARTINO  e
GIOVANNI ORRU'  in un duo unico eccezionale  per l'  l' attenzione che prestan : professionali geniali, unici.
 ARRIVA DIRETTO AL CUORE 
 l' intervento sentito partecipato del
PROFESSOR ALDO MANCINI che ripercorre la bella e profonda amicizia con mamma, papà,  Cesare e me; dei nostri genitori fa  le lodi della generosità e  del profondo senso della fede di MARIA  AURO e ROSARIO  ROTUNDO ancora le belle parole risuona nei nostri cuori


 per il rinfresco quantità di dolci e bibite   donati da Fancesca e i BIBANESI  gli unici stirati a mano ottimI gustosi  che vengon  GRAZIE a  GIUSEPPE DA RE  e a tutto lo staff Martina –Francesca- Armando


  sulla tavola  imbandita c'è la bottiglia di
prosecco BRESSAN
 
il miglior prosecco della VALDOBBIADENE con etichetta d' amore
stampate da DANIELE



  I fiori  TANTISSIMI



il magico fascio di calle donato da  BENEDETTA CALLE tra rami d' abete  PROFUMATE ancor più BELLE nel MANTO BIANCO COME SE FOSSER PER UNA SPOSA


i fiori di GIANCARLO BIANCHI tulipani VIOLA  bellissimi




 le grandi margherite gialle


 le rose rosse fuoco




i ciclamini e sboccian   sguardi  di felicità di serenità



 GRAZIELLA GUIDOTTI



                     presenta il suo trittico 

dai toni del verde  ai marroni ed oro tessuti una storia di un amore tra una  sorella e fratello  una storia calpestata da chi potente è da chi molto in alto sta


ma ogni tristezza da qui è bandita  e sol parole d' amore e d' accoglienza


 NIKLA BALESTRA
  narra la storia della SERVA di DIO MARIA CRISTINA OGIER


una storia di accoglienza al servizio dei più deboli e  come fioriscon le bellezze  di  Maria Cristina  in un itinerario d' amore  e di fede dove   DIO non abbandona nessuno Le preoccupazioni


25 «Perciò vi dico: non siate in ansia per la vostra vita, di che cosa mangerete o di che cosa berrete; né per il vostro corpo, di che vi vestirete. Non è la vita più del nutrimento, e il corpo più del vestito? 26 Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e il Padre vostro celeste li nutre. Non valete voi molto più di loro? 27 E chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un'ora sola alla durata della sua vita? 28 E perché siete così ansiosi per il vestire? Osservate come crescono i gigli della campagna: essi non faticano e non filano; 29 eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, fu vestito come uno di loro. 30 Ora se Dio veste in questa maniera l'erba dei campi che oggi è, e domani è gettata nel forno, non farà molto di più per voi, o gente di poca fede? 31 Non siate dunque in ansia, dicendo: "Che mangeremo? Che berremo? Di che ci vestiremo?" 32 Perché sono i pagani che ricercano tutte queste cose; ma il Padre vostro celeste sa che avete bisogno di tutte queste cose. 33 Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più. 34 Non siate dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. Basta a ciascun giorno il suo affanno dal VANGELO secondo MATTEO .




 le opere di ROSETTA DELLA MONICA  portate da  VITO  il quale gentilissimo ha  accompagnato la madre e il figlio una persona molto ben educata ANCORA IN BOZZA è IL VOLUME DOVE LEI SI RACCONTA ( una storia che nasce dalla nostra amicizia che Rosetta mi racconta e che io trascrivo   il quadro di ROSETTA DELLA MONICA  raffigura delle persone  che se pur con problemi si integrano nel gioco  e sarà 
GIOVANNI ORRU’ con la lettura della sua poesia a riportarci al gioco  alla purezza


DI MIRELLA CARUSO l’ opera: “ CESARE VERSO LO SHANTY “ dove sul ponte sospeso immerso nella vita azzurra Cesare cammina verso la luce


DI MARIA ANTONIETTA LEMMI
CON GIUSEPPE
IL SUO AMATISSIMO FIGLIO  CALENDARIO   e  AQUEFORTI


  GRAZIA COIANIZ presenta la bellissima mostra dell’ U.C.A.I.
che noi vediamo in anteprima, lei la PRESIDENTE una persona meravigliosa  attiva e davvero professionale ci ha anche aiutato per gli spazi a allestire la nostra mostra 


PERSIN  LE SCARPETTE dipinte da JAKLINE 
rendon la festa  ancor più bella



4 I DIPINTI  DI CESARE  TAVOLETTE CON INCISE IN ORO LE DUE MASSIME


 che per una idea geniale GIUSEPPE TOCCHETTI
HA UNITO IN UN DIPINTO CHE DESTA
TANTI COMPLIMENTI E PERSIN DUE BORSETTE  di stoffa con dipinti i motti 



ELISA  Amerena
 ha sperimentato 2  quadretti
 
 
 
 
foto elaborate  molto molto originali




  insieme  nel viaggio della vita del dono meraviglioso che tutti possediamo:


 quando mi alzo la mattina muovo le braccia e vedo  e cammino…


 non ho pagato tutto mi è stato dato in dono


  rendiamo grazie a DIO


 Cesare ti voglio bene tantissimo  e anche a voi uno per uno  vi voglio un mondo di bene
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 




  grazie Ancora a  PADRE FAUSTO Direttore delle Biblioteca di Spiritualità ARRIGO LEVASTI    a Maria Giuseppina Caramella la quale si è prodigata nella  ristampa del volumetto
 
 
 
 
 
 
 
dedicato a CESARE a Claudia Cinciripini,
Carolina e Lucia Mazzetti   che han partecipato con la rivista ACCADEMIA ……..  le foto in anteprima e l' idea della composizione de la porta è di LUCIANA ZANCHINI che le ha scattate  durante l' allestimento della mostra e del rinfresco la sera del 24 novembre collaborando  ad avere idee  durante la serata del 25 le foto sono state scattate da MARIA PATRIZIA CALABRESI - GIOVANNI ORRU-' PINO MARTINO il quale ha curato anche  il servizio video 
























L'Evento organizzato da Carmelina in occasione del suo compleanno non poteva essere migliore: la bella serata resa ancora più suggestiva dall'atmosfera nella Chiesa di San Marco, è stata un autentico successo, con autorevoli letterati e artisti che hanno presentato notevoli capolavori di creatività e alti contenuti morali.
Giovanni ORRU'  i fiori la bellezza dei fiori  e il mio passeggiar per firenze 
i fiori la bellezza dei fiori  che hanno rallegrato la festa-evento  
del 25novembre


 mazzi stupendi


 le calle profumate con rami d’ abete donate da benedetta,





  i tulipani viola bellissimi, tantissimi
donati da giancarlo,  le grandi
margherite gialle donate da debora  le rose rosse tantissime donate da PINKO NEGOZIO DI VIA ROMA
 e il mio passeggiar CON I FIORI  per Firenze  fotografata da SABRINA
Carissima Carmelina,
ti mando un breve commento sulla serata del 25 novembre: ho preferito inviarlo via mail così recuperi anche il mio indirizzo (dato che mi hai detto di averlo perso). Ti ringrazio per le belle parole che hai pronunciato con grande passione nei confronti dei giovani, tra i quali mi annovero... Accanto ai più disparati epiteti che vengono "caricati" sulle spalle dei giovani (giovanissimi o giovani adulti), dai BAMBOCCIONI ai MAMMONI e quant'altro la fantasia di alcuni "fortunati" o "intraprendenti" possa suggerire arrivano, finalmente, parole fiduciose e obiettive: le tue. (mi interrompo qui altrimenti scriverei pagine e pagine e non è lo scopo di questa mail...)
Ecco il mio commento:

Un pomeriggio intenso, in cui ognuno si è presentato con se stesso tra le mani, con la voglia di offrirsi agli altri con le proprie attitudini e le proprie fragilità, in un intreccio di sentimenti, esperienze di vita, parole, colori...
Numerosi spunti di riflessione,
lanciati come sassolini nel mare: le onde prodotte lasceranno un segno, più o meno marcato, in ognuno di noi.
Messaggi d'amore e di speranza, soprattutto quelli di Carmelina per i giovani, che purtroppo devono vivere un mondo che gli è stato costruito: la maggior parte di essi in realtà, seppur invisibilmente, cerca di barcamenarsi e di ATTRAVERSAR TEMPESTE PER COSTRUIRE ARCOBALENI.
Grazie Carmelina!


Prima di concludere ti faccio i complimenti per il blog che ho visitato con piacere.
Ti auguro una buona serata e ti abbraccio, a presto


3 commenti:

Patrizia Calabresi ha detto...

Bello il blog, bellissime le foto, come testimonianza di una serata davvero eccezionale, per le opere esposte, i libri presentati, e soprattutto per il clima amichevole e l'atmosfera serena e positiva.
Grazie Carmelina, ti vogliamo tutti tanto bene !
M. Patrizia

Claudia Cinciripini ha detto...

Ho partecipato come spettatrice a questo incontro e ho percepito un'atmosfera serena frutto di una collaborazione stretta e proficua. Ma soprattutto l'evento del 25 novembre, come i precedenti, rappresenta il desiderio e la forza di vivere superando le barriere della consuetudine, della banalità, della sofferenza ed esaltando l'arte della parola e dell'immagine che tutto unisce in nome dell'amore universale.

Debora Tagliente ha detto...

Un pomeriggio intenso, in cui ognuno si è presentato con se stesso tra le mani, con la voglia di offrirsi agli altri con le proprie attitudini e le proprie fragilità, in un intreccio di sentimenti, esperienze di vita, parole, colori...

Numerosi spunti di riflessione, lanciati come sassolini nel mare: le onde prodotte lasceranno un segno, più o meno marcato, in ognuno di noi.

Messaggi d'amore e di speranza, soprattutto quelli di Carmelina per i giovani, che purtroppo devono vivere un mondo che gli è stato costruito: la maggior parte di essi in realtà, seppur invisibilmente, cerca di barcamenarsi e di ATTRAVERSAR TEMPESTE PER COSTRUIRE ARCOBALENI.

Grazie Carmelina!