03 giugno, 2016

A Firenze TRISOME GAMES — dal 17 al 21 luglio 2016


                                 …. non diversi, ma speciali.

Sono nel campo

Ognuno di loro si impegna al massimo, si proietta, dà il meglio di se stesso;  gli atleti giungono da 36 paesi del mondo : non parlano la stessa lingua, diversi  nel colore della pelle e per forma degli occhi,  diversi per un cromosoma …eppure si comprendono: comunicano con il corpo!

 Negli occhi degli atleti  la luce del sole di questi bellissimi giorni di luglio, una luce contagiosa che ti coinvolge nella gioia di essere con loro nel campo  e, alla fine di ogni gara, riscopriamo insieme quella forza unica travolgente dell’ abbraccio!
 Vincitori?  Qui è importante partecipare l’ integrazione per un arricchimento reciproco che è andato al di là  testimoniato anche da ALESSIO e MASSIMO INSTANCABILI PRESENZE COSTRUTTIVE  e punti di riferimento essenziali  per  gli atleti come per gli  organizzatori, i   volontari provenienti da diverse Associazioni sportive con l’ esercito, gli alpini, le guardie forestali, studenti dalla facoltà Scienze del Turismo,  di Scienze Motorie,  la Protezione Civile, la Croce Rossa la

 Misericordia  , del centro di solidarietà di Firenz creato da don Giacomo Stinchi  nel 1980  e che da anni portano avanti : “DENTRO E FUORI “   a fianco di giovani in difficoltà e delle loro famiglie con progetti socio sportivi diretti a  favorire interventi educativi e di integrazione sociale…  

tutti   insieme nella magia del cerchio che pone tutti mano nella mano !

 Che cosa è per te lo sport?

 Giulio: “ lo sport è passione una continua sfida con se’ tentando e ritentando di superare i propri limiti ..”

….assolutamente d’ accordo per l’ inserimento di persone diverse supportato  nel modo corretto 

 Se fosse stato più sponsorizzato gli spalti si sarebbero riempiti tutti avrebbero applaudito a questi atleti .

  L’ approccio mentale emotivo allo sport è provato dal fatto che un atleta che ha un atteggiamento positivo  ha meno  infortuni  e  che il recupero dopo un incidente è molto più  veloce  se l’ approccio mentale emotivo si intreccia con quello del movimento.

  Nelle partite di calcio a 5 gli arbitri sono concordi nell’ aver provato  grandi emozioni ed aver potuto registrare una maggiore correttezza nel rispetto delle regole che non in una  normale partita.

  gli atleti turchi:
  “momento di interazione e confronto indimenticabile  anche se la testa è rivolta al nostro paese..”

 con lo sport  Impariamo a pensare insieme a rispettarci uni con gli altri.

 Claudia e Federica:

“ ….di queste olimpiadi ricorderemo la felicità di stare insieme ci siamo affezionate talmente tanto che non li dimenticheremo più.”

 Per gli organizzatori molti hanno avuto parole di ringraziamento per la grande disponibilità:

..” una bella esperienza, esperienza meravigliosa” “.. grande l’ affetto che è nato”

sono  tuoi compagni di viaggio ti danno la mano .

 Alcuni genitori intervistati:”   il mio grande obiettivo è quello di renderli indipendenti  e queste Olimpiadi hanno incoraggiato  ognuno degli atleti ad esserlo”.

  GIULIO  medico specialista  dello SPORT  cosi si esprime :

la giornata che ho vissuto giovedì è stata senza dubbio molto particolare e mi ha lasciato qualcosa.
Vedere tutti quei ragazzi impegnarsi anima e corpo nel lottare per vincere la partita mi ha fatto capire come nello Sport (quello vero) siamo davvero tutti uguali...sudore, fatica, allenamento, sacrificio per la squadra, delusione per la sconfitta o felicità per la vittoria, sono esattamente le stesse emozioni, e non conta se hai una patologia o meno. In particolare sono stato colpito dall'attaccamento alla maglia che dimostravano tutti quei ragazzi, sembravo così veramente  orgogliosi di rappresentare la propria nazione (come una cosa sentita con il cuore)....e con piacere ho scoperto che infondo anche loro hanno qualcosa da insegnarci. Decisamente commovente è stata la scena, a fine partita, quando 3 ragazzi si sono sdraiati sulla bandiera della loro nazione per festeggiare la vittoria ed erano tutti con gli occhi lucidi....
Lo Sport è proprio questo, è una passione, un sentimento forte, una sfida con se stessi (prima di tutto) e poi con gli altri...e mi è sembrato che loro fossero decisamente più capaci di coglierne, in modo apparentemente semplice, la vera essenza.
Da medico specialista (proprio nella medicina dello sport) sono dell'opinione che lo sport dovrebbe assolutamente far parte della nostra vita quotidiana, siamo pur sempre animali costruiti per fare attività fisica. Inutile elencare tutti i benefici che la regolare ed appropriata attività fisica ha sulla nostra salute nel breve, nel medio e soprattutto nel lungo termine; la letteratura medica è piena di pubblicazioni e review. Purtroppo tutti questi studi sono di fatto incapaci di apportare reali miglioramenti della salute della popolazione generale (e della spesa pubblica) se non adeguatamente supportati dalla politica. L'educazione alle attività sportive dovrebbe iniziare proprio dalle scuole (dalla materna fino all'università) perché la scuola rappresenta il punto fondamentale nella formazione dei giovani; dovrebbe essere qualitativamente e quantitativamente migliorata.
Ed è paradossale notare come dopo tutta l'evoluzione della medicina (progressi e scoperte) alla fine si torna a quando già Ippocrate diceva (molti anni fa): ”Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisco, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute.

 Riguardo al team del Sud Africa molti li hanno definiti espressivi  espansivi  CAPACI DI CONQUISTARTI CON UN ABBRACCIO 
 Julio Costa Rica: " bella esperienza e gli organizzatori hanno fatto di tutto per  accoglierci  metterci a nostro  agio "
e non sono mancati i complimenti per  l' Italia

                                                    it is a great Country wonderful people.
FRIENDLY LOVELY
Lorenzo un volontario  alla domanda:" che cosa è per te lo sport"
ha risposto:" la mia vita"

Donata, istruttrice laureata in scienze motorie
" .. fare sport è una scelta che  ho fatto fin da piccola fin dalle elementari  "
 Cristina  Ilaria Angela:"  ci è piaciuto il contatto con questi ragazzi  solari sportivi ".
 Lo sport?
" una disciplina, educazione abitudine a stare insieme agli altri;

  sport significa rispetto, stile di vita ...  una passione  per cui metti tutta te stessa,
 crea gruppo e coordinamento  e vedendo questi atleti gareggiare  abbiamo capito che la gioia  del partecipare va al di là  del risultato

 TRISOME GAMES —  dal 17 al 21 luglio, quasi 500 atleti di 36 nazioni di 5 continenti,






per un totale di quasi 1000 partecipanti: dirigenti, allenatori ed accompagnatori.

 discipline: nuoto e nuoto sincronizzato, ginnastica artistica e ritmica, atletica, judo, futsal, tennis, tennistavolo.

L ’Italia ancora una volta protagonista nella storia dello sport paralimpico a  Roma 1960: la prima Paralimpiade. Firenze 2016: la prima edizione dei Trisome Games, i Giochi dedicati ad atleti con sindrome di Down.

La Nazionale Italiana  composta da 127 persone: 86 atleti, 12 dirigenti, 4 dello staff medico e 25 tecnici.

….. una edizione che resterà nella storia, non solo perché è la prima, ma per come è stata organizzata da  la Sport Union for athletes with Down syndrome (l’organismo internazionale che sovraintende lo sport per atleti con sindrome di Down),  con la Fisdir,  (Federazione italiana sport disabilità intellettiva relazionale) e dal Cip (Comitato italiano paralimpico), supportato da Regione Toscana, Comune e Città metropolitana di Firenze e patrocinato dal Coni e dall’Inail.  Hanno affiancato le gare momenti  importanti come il “World Scientific Congress on Down Syndrome”, congresso internazionale nel quale si  sono affrontate tematiche relative alla specifica disabilità. Tra i relatori il  presidente nazionale di Anffas, Roberto Speziale, intervenuto sul tema dell'Autorappresentanza delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.

Una manifestazione che getta un seme dato che d’ora in poi si ripeterà ogni quattro anni, in corrispondenza dei Giochi olimpici e paralimpici. Nel capoluogo toscano a fare da cornice alle competizioni del Trisome Games  il Campo di Marte,  dove si sono  svolte le gare  tra lo “Stadio Ridolfi” per l’atletica leggera, “Piscina Costoli” per il nuoto e il nuoto sincronizzato, la Palestra Sorgane  è stata  teatro delle gare di ginnastica, la Palestra Generale Barbasetti per il futsal, Affrico per judo, tennis e tennis tavolo. Il “Trisome Village”  allestito nell’area della Firenze Marathon nei pressi dello stadio Ridolfi è stato palcoscenico  di culture differenti entrate  in contatto per dar vita a una festa dello sport mondiale,  infatti a dare avvio ai giochi  la partecipata colorata  sfilata iniziale di  sabato 16 luglio da piazza  del  Duomo  A  piazza Signoria , il convegno nel salone dei Cinquecento..  alla serata di gala alla Fortezza da Basso durante  e dove  gli atleti hanno dato prova di saper cantar  suonare uno strumento musicale e ballare in un atmosfera indimenticabile  dove ogni nazione ha sfoggiato abiti tradizionali  e sventolato la propria bandiera

 Alla base di questa iniziativa un’idea, come ha spiegato il presidente di Cip Toscana Massimo Porciani, ex campione di tennis in carrozzina «nelle competizioni aperte alla disabilità intellettiva, le persone con trisomia 21 non hanno le stesse possibilità fisiche per esempio, di un atleta autistico», neppure in caso di sport praticato a livello agonistico”

                                                                   

  A Firenze  Trisome Games  punti di vista di

  Carmelina Rotundo

NEL CAMPO con gli  ATLETI



  ALBANIA- AUSTRALIA
 picture of the all the athletes with the Australian flag.  
 credit John Bunton. 
In the photo from left to right are
Front row Olivia Sadler, Ashley Kuhle, and Beth Hull
Back row Chris Bunton, Nicholas Zrnic.- BANGLADESH- BRASILE- CANADA- COSTARICA- CROATIA -DANIMARCA EQUADOR- EGITTO-ESTONIA- FINLANDIA- FRANCIA- GRAN BRETAGNA HONG KONG-ISLANDA-INDIA- IRLANDA- ITALIA-GIAPPONE MACAU- MESSICO –PORTOGALLO- ROMANIA- RUSSIA –SLOVENIA-SUD AFRICA -SPAGNA -SVIZZERA –TIRCHIA-STATI UNITI D’ AMERICA-VENEZUELA



 

Nessun commento: